lunedì 1 novembre 2010

Reazione a catena

Nel bel mezzo della sua passeggiata per il centro di Roma il pensionato Vito De Pica fu colpito da un attacco di diarrea fulminante, piegato in due dai dolori allo stomaco si rifugiò nel bagno del McDonald’s di Piazza di Spagna dove espletò i suoi bisogni in 5 minuti e 34 secondi, poco dopo la trentenne Cristiana Comentini si recò alla stessa toilette, ma aprendo la porta fu investita da “un odore di merda terribile” come lei stessa affermò, così decise di mettersi in macchina con la vescica piena, e a causa dell’impellente necessità di svuotarla non notò per distrazione lo stop ad un incrocio e passò oltre a tutta velocità, nel mentre giungeva dalla parte opposta Gigi Barzella che stava sostenendo per la terza volta l’esame pratico di guida, e vedendosi arrivare spedita l’auto della Comentini alla sua sinistra fu preso dal panico e non pigiò nessun pedale rimanendo immobile, l’urto provocò un notevole frastuono che fece voltare Alberto Rossellino il quale stava parlando al telefonino con la sua fidanzata in erasmus universitario a Londra camminando sul marciapiede dove dei muratori avevano aperto una buca che il Rossellino non vide e nella quale inciampò perdendo il cellulare, la sua ragazza di nome Eliana Ravani uscì dallo Starbucks di Princes Street dove stava bevendo un caffellatte insieme a delle amiche e provò altre 4 volte a richiamare il fidanzato pensando che ci fossero problemi di linea, contemporaneamente un’automobile targata PVC-2 scattò per conto di Google Street View una foto nella quale la Ravani restò immortalata fuori dal locale con il telefono all’orecchio, due giorni dopo a Parigi in un albergo di Montparnasse una cellula islamica di Al-Qaeda stava progettando un attentato alla capitale inglese e il leader del gruppo mostrava agli altri componenti la conformazione del territorio tramite Google Earth che comprendeva anche una specifica analisi delle vie di Londra grazie alla visione di alcuni fotogrammi urbani, e in uno di questi apparve l’immagine di Princes Street con una ragazza in minigonna e maglietta scollata di fronte a una famosa catena di caffetterie, quella stessa sera il quarantenne iracheno Quasim Howal si masturbò nel letto della sua stanza d’hotel pensando alla ragazza della foto per poi pentirsene e leggere ad alta voce alcuni versi del Sacro Corano, dall’altra parte del muro il vecchio petroliere americano Jim Lameron non riuscendo a dormire per la nenia islamica chiamò il numero di una escort russa che un suo amico gli aveva dato, così Pavlova Temenovic Lunsin giunse alle 2 e 35 di notte e finì il suo servizio 2 ore dopo ricevendo in cambio 1800 dollari di cui 200 vennero utilizzati per comprare della cocaina che la donna consumò 2 settimane più tardi sul tavolino di un night club del distretto amministrativo moscovita di Zelenograd insieme ad un camionista ungherese denominato Zéla Barr il quale in seguito all’ingerimento di 12 bicchieri di vodka liscia si alzò dal suo posto tentando di raggiungere l’uscita per dare sfogo ai suoi succhi gastrici in rivolta, ma non riuscì nell’intento e vomitò l’anima sul palchetto dove le spogliarelliste si esibivano, il proprietario del locale Igor Almócovar, madre russa e padre spagnolo, lo trascinò fuori dal club per farlo riempire di botte da quattro buttafuori, tra questi l’ex carcerato Pokurov che rubò due anelli d’oro massiccio al camionista rivenduti poi sottobanco ad uno spacciatore di Kazan che gli diede come contropartita 83000 rubli, con quei soldi Pokurov si fece una piccola vacanza a Roma e come tutti i turisti smarriti si recò in un McDonald’s del centro, qui dopo aver mangiato 5 Bic Mac, 2 confezioni di Chicken McNuggets e un Mc Flurry extra large sentì la necessità di recarsi in bagno dove rilasciò due etti di feci, passarono cinque minuti e una donna che doveva far pipì si allontanò dalla toilette per la troppa puzza…

4 commenti:

  1. Mi è Piaciuto con la P maiuscola.

    RispondiElimina
  2. Ti Ringrazio con la R maiuscola.

    RispondiElimina
  3. C'è qualcuno che questo concetto lo chiama karma.
    Siamo fatti di energia, e tale l'energia, positiva o negativa che sia, quando esce da un corpo smuove il mondo per ritornare poi dal corpo che l'ha generata e ristabilire l'equilibrio dell'universo...
    Per qualcun'altro invece, è solo un mezzo per costruire astruse trame per fantastici film... XD

    Ti auguro una Buona giornata con la B maiuscola.

    RispondiElimina
  4. E chi sarebbe quel "qualcun'altro"? Sono curioso :)

    Buona giornata, anche se ormai è quasi andata, anche a te.

    RispondiElimina